Home
 
Servizi / Externa 2014: Trecentomila idee e qualche polemica

Externa 2014: arredo outdoor, 'Trecentomila idee' e qualche polemica

Grande attenzione, quest'anno, è stata riservata alla fiera 'Externa', evento leccese dedicato all'arredamento outdoor, svoltosi dal 30 aprile al 4 maggio scorsi. Il fiore all'occhiello di questa edizione è stata senz'altro l'iniziativa 'Trecentomila idee', un concorso indetto da Green project e dall' Ordine degli Architetti della Provincia di Lecce con oggetto la presentazione di progetti di riqualificazione di piazza Mazzini, con la partecipazione di oltre 40 gruppi di architetti e professionisti di tutta Italia.

Il risultato del concorso è stato in parte inaspettato; i voti attribuiti attraverso il web, infatti, hanno ribaltato il giudizio della giuria regalando la vittoria agli architetti Davide Negro e Sonia Luparelli, che si aggiudicano il primo premio, di 3mila euro, con un progetto che prevede la storica fontana portandola a filo con il pavimento. Il secondo posto è stato invece assegnato agli architetti Antonio Longo, Loris Causo, Marco Causo, Marco Mazzotta di Lecce, che hanno presentato un progetto dal respiro più internazionale, ispirato a una piazza che riprende le forme ad ampio raggio del Qatar.

La premiazione è stata accesa dalle obiezioni dello stesso architetto Fabio Novembre, che presiedeva la giuria sostenendo maggiormente proprio quest'ultimo progetto. L'evento è andato poi avanti in un clima di vivace polemica innescata da chi riteneva la vittoria illogica, visto che i progetti vincitori non risulterebbero realizzabili con la somma prevista dal bando. A sostenere questa tesi è stato soprattutto l'architetto Lorenzo Gemma, di Lecce, che ha analizzato la fattibilità delle opere rispetto al denaro messo a disposizione, sottolineando anche la scarsa attendibilità del conteggio dei voti on line. Al terzo posto, con mille euro, si è classificato il progetto degli architetti Luciano Baldi, Giuliana Baldi e Francesco Danielli, di Terni.